Libro Il Fallimento piu riuscito della mia vita
 
.  
 
 
1° Convegno Nazionale ERIT-Italia
"Dipendenze: nuovi scenari e sfide al cambiamento "
Ravenna, Palazzo Mauro de Andrè, 14-15 novembre 2002
 


Programma Preliminare


Sono stati richiesti i seguenti Patrocini:

Presidenza della Repubblica
Presidenza del Consiglio dei Ministri
Ministero della Giustizia
Ministro del Welfare
Ministero degli Esteri
Ministero dell'Interno
Ministero della Salute
Regione Emilia-Romagna
Provincia di Ravenna
Comune di Ravenna
Azienda USL di Ravenna
Diocesi di Ravenna
Ordine degli psicologi - Regione Emilia-Romagna
Ordine dei medici - Regione Emilia-Romagna
Ordine degli assistenti sociali - Regione Emilia-Romagna
Federazione Nazionale Collegi IPASVI
Lega Regionale Cooperative - Bologna

 

"Principessa mia, quando arriverò, per te saranno guai! Ti farò diventare rossa a forza di baci e ti farò mangiare finché non sarai tondetta. E se non mi ubbidirai, vedrai chi è il più forte, se la ragazzetta carina che non mangia abbastanza o l’omone selvaggio con la cocaina in corpo. Nella mia ultima grave depressione ho preso di nuovo la coca, e una piccola dose mi ha portato alle stelle in modo fantastico. Sono ora molto indaffarato a raccogliere la letteratura per un inno in lode di questa magica sostanza." (Da una lettera di S. Freud alla fidanzata Martha Bernays).

"Un altro mito: si diceva che la cocaina rendeva i negri invulnerabili alle usuali pallottole calibro 32, per cui la polizia degli Stati Uniti del Sud fu costretta a passare a revolvers calibro 38. Queste fantasie, emblematiche delle paure dei bianchi, e che nulla avevano a che vedere con gli effetti reali della cocaina, fornirono un motivo di più per la repressione dei negri". (David F. Musto, The American Disease: Origin of Narcotic Control, New Haven, Yale University Press, 1973, p.7).

Non esiste una sostanza cattiva in sé! Sta a noi l’uso che ne facciamo.

Tutte le sostanze psicoattive naturali, quasi senza eccezione, sono state utilizzate anche in ambito rituale come veicoli di conoscenza e di iniziazione spirituale. Cosa distingue le società moderne dalle culture "tradizionali" che avevano elaborato una modalità più "culturizzata" di rapporto con le sostanze?

Forse è proprio la rete di significati e quindi il processo di culturalizzazione che consente di imbrigliare elementi potenzialmente nocivi (ma non lo sono anche le automobili e la cioccolata?) in modalità "ritualizzate" e che permette di canalizzare spinte intrinseche alla natura umana contenendone il potenziale di rischio.

Ma quali riti, quali costellazioni valoriali, quali forme di adattamento creativo – oltre che repressivo – possono intravedersi in una società moderna per rispondere a questa antica sfida?

Superata la sterile contrapposizione tra proibizionismo e indiscriminata tolleranza, che ha polarizzato in modo ripetitivo e forse sterile il contesto scientifico italiano e mondiale, si propone un dibatitto che apra spazi di più approfondita elaborazione a livello culturale, sociale e professionale.

In questa direzione ERIT-Italia si auspica lo sviluppo di una società civile capace di elaborare le valenze nuove che emergono a livello socio-culturale – ivi comprese quelle fenomenicamente espresse dall’uso delle droghe – per assorbire dialetticamente istanze che, in modo semplicistico e riduttivo, vengono eluse, scotomizzate o demonizzate e nel contempo si mostri capace di tutelare efficacemente le persone più vulnerabili, deboli ed esposte ai danni derivati da un utilizzo improprio delle sostanze stesse.

Affinché ciò si realizzi è però indispensabile acquisire un’educazione, un’abilità a ciò che intrinsecamente ha a che fare con la dimensione del vivere.

Nell’anno dell’integrazione monetaria ERIT-Italia promuove uno sforzo affinché gli operatori italiani partecipino da protagonisti al più importante discorso dell’integrazione culturale e professionale europea.

E’ di assoluta importanza che le acquisizioni del nostro lavoro, i bisogni tuttora esistenti e le proposte che suggeriamo siano ascoltate e considerate come contributo fondamentale nel processo di costruzione di una nuova società europea, specie per ciò che concerne lo sviluppo futuro di leggi e servizi inerenti il campo delle dipendenze.

 
Comitato Tecnico Scientifico
Baraldi Franca
Bertolli Roberto
Bosi Roberto
Calandra Giovanna
Colombo Ivano Franco
Foschini Vittorio
Greco Giovanni
Iraci Giuseppe
Mammana Giuseppe
Marchesini Franco
Margaron Henry
Martoni Manuela
Mezzelani Paolo
Nizzoli Umberto
Pissacroia Mario
Puglia Luca
Sgrò Maurizio
Stecco Marcello
Sternini Sara
Ulivi Giannino
Zerbetto Riccardo
Wittman Claudia
Comitato d'Onore
Bertolli Roberto
Bosi Roberto
Briani Silvia
Coletti Maurizio
Coacci Alessandro
Colombo Ivano Franco
Croce Mauro
Ferri Mila
Foschini Vittorio
Giannotti Franco Celeste
Martoni Manuela
Mezzelani Paolo
Montanari Linda
Nizzoli Umberto
Patussi Valentino
Polidori Edoardo
Semboloni Piergiorgio
Stocco Paolo
Tempesta Enrico
Zerbetto Riccardo
Sito internet
http://www.erit.org

Organizzazione

CSR Congressi Srl
Azienda certificata CERMET - UNI EN ISO 9001:1994, n° 1036-A
C.P. 1769 - 40100 Bologna
Via Ugo Bassi, 13 - 40121 Bologna
Tel. 051/765357 - Fax 051/765195
info@csrcongressi.com - www. csrcongressi.com

PROGRAMMA
Giovedì, 14 Novembre 2002 SALA PLENARIA

I° Sessione: "La cultura"

Moderatore: S. Briani (Ravenna)

9,00 Saluti delle autorità
........Apertura dei lavori
........V. Foschini (Ravenna)

9.30 Lettura Magistrale
"L'UOMO E LE DROGHE: UN PASSATO DA CONOSCERE PER UN FUTURO DA ANTICIPARE"
........R. Zerbetto (Siena)

10.15 Quesiti ai Relatori e dibattito guidato con il pubblico

10.40 Pausa

11.00 Seminario RIDUZIONE DEL DANNO IN EUROPA
........Discussant: F. C. Giannotti (Roma)
........Relatori: C. Bignami (Sasso Marconi, BO), P. O'Hare (Roma),
........E. Polidori (Faenza), E. Spacca (Londra)

12.40 Quesiti ai Relatori e dibattito guidato con il pubblico

  SALA MARMI
11.00 Seminario IMMIGRAZIONE E TOSSICODIPENDENZA
........Discussant: B. Barberis (Rimini)
........Relatori: G. Calandra (Piacenza), L. Grosso (Torino), A. Saletti (Milano)

12.40 Quesiti ai Relatori e dibattito guidato con il pubblico

  SALA STAMPA
11.00 Lettura Magistrale
........LA VALUTAZIONE DEI TRATTAMENTI
........E. Gori (Milano)

11.20 Seminario I TRATTAMENTI DETOSSICANTI: Diversi setting e nuovi strumenti
........Discussant: E. Gori (Milano)
........Relatori: G. Gerra (Parma), A. Lucchini (Milano), P. Mezzelani (Verona)

12.40 Quesiti ai Relatori e dibattito guidato con il pubblico

13,00 Colazione di Lavoro

Giovedì, 14 Novembre 2002 SALA PLENARIA

II° Sessione: "La legislazione"

Moderatore: G. Mammana (Foggia)

14.30 "IL QUADRO INTERNAZIONALE E L'ORGANIZZAZIONE ITALIANA"
........R. Bosi (Reggio Emilia), R. Caccavari (Parma), M. Ferri (Bologna),
........L. Montanari (Lisbona)

15.50 Quesiti ai Relatori e dibattito guidato con il pubblico


16.00 Seminario CONTROLLARE I SINTOMI E RIDURRE LE DISABILITA'
........Discussant: V. Foschini (Ravenna)
........Relatori: I. Carraro (Mestre VE), G. Cicciù (Montecchio, VI) G. Iraci (Pistoia),
........P. Jarre (Rivoli, TO)

17.10 Quesiti ai Relatori e dibattito guidato con il pubblico

  SALA MARMI
16.00 Seminario LA CADUTA DEGLI DEI: Psicopatologia del cocainomane e
........presa in carico
........Discussant: G. Greco (Ravenna)
........Relatori: F. Bonfà (Piacenza), M. Clerici (Milano), F. Ravera (Milano)

17.10 Quesiti ai Relatori e dibattito guidato con il pubblico

  SALA STAMPA
16.00 Seminario IL NETTARE DIVINO: Nuove prospettive di cura e
........integrazione tra servizi
........Discussant: V. Patussi (Firenze)
........Relatori: F. Madeddu (Milano), S. Tognaccini (Pistoia), V. Zavan (Dolo VE)

17.10 Quesiti ai Relatori e dibattito guidato con il pubblico

17,30 Chiusura dei lavori

Venerdì, 15 Novembre 2002 SALA PLENARIA

3° Sessione: "La qualità"

Moderatore: R. Bertolli (Milano)

9.30 Lettura Magistrale
........"Le linee guida per l'accreditamento"
........Ser.T. U. Nizzoli (Reggio Emilia)
........SERVIZI ALCOLOGICI G. Greco (Ravenna)
........COMUNITA' TERAPEUTICHE I. Colombo (Pistoia)

10.15 Quesiti ai Relatori e dibattito guidato con il pubblico

10.40 Pausa

11.00 Seminario A CHE GIOCO GIOCHIAMO: GAMBLING, QUALI INTERVENTI?
........Discussant: R. De Luca (Campoformido, UD)
........Relatori: D. Capitanucci (Gallarate, VA), M. Croce (Verbania), S.Pallanti (Firenze), ........V. Zironi (Reggio Emilia)

12.40 Quesiti ai Relatori e dibattito guidato con il pubblico

  SALA MARMI
11.00 Seminario UNA, NESSUNA, CENTO DIAGNOSI: COMORBILITA' PSICHIATRICA, ........TRATTAMENTI RESIDENZIALI E AMBULATORIALI
........Discussant: H. Margaron (Livorno)
........Relatori: A. Fioritti (Rimini), L. Napoli (Pistoia), G. Trinciarelli (Mestre VE)

12.40 Quesiti ai Relatori e dibattito guidato con il pubblico

  SALA STAMPA
11.00 Seminario PREVENZIONE: NUOVI SCENARI E NUOVE STRATEGIE
........Discussant: M. Martoni (Lugo, RA)
........Relatori: E. Bacchion (Schio, VI), E. Girotti (Ravenna), L. Puglia (Lugo, RA)
........F. Rivola (Faenza, RA), P. Ugolini (Cesena)

12.40 Quesiti ai Relatori e dibattito guidato con il pubblico

ore 13,00 Colazione di Lavoro

  SALA PLENARIA
IV° Sessione: "Le strategie future"

14,30 Seminario RISCHI E PROTEZIONI IN ADOLESCENZA: QUALI FATTORI, QUALI RICERCHE
........Discussant: F. Frati (Parma)
........Relatori: V. Belli- A. Marinoni (Ravenna), S. Dazzi (Parma),
........L. Montecchi (Rimini), P. Stocco (Venezia)

16.10 Quesiti ai Relatori e dibattito guidato con il pubblico

  SALA MARMI
14,30 Seminario COMUNITA' RETI SOCIALI ED ETICA
........Discussant: T. Marzocchi (Sasso Marconi, BO)
........Relatori: F. Baraldi (Porto Maggiore FE), F. Marchesini (Pistoia),
........M. Stecco (Reggio Emilia)

16.10 Quesiti ai Relatori e dibattito guidato con il pubblico

16,30 Pausa

  SALA PLENARIA
16.45 Discussione e conclusioni con i rappresentanti della Consulta Associazioni e delle Società Scientifiche nel campo dei comportamenti compulsivi, di abuso e di dipendenza

Moderatore: U. Nizzoli (Reggio Emilia)


18,00 Chiusura del Convegno